Etruschi Youth, Si parte!

Frangerini

 

youth

L’estate è ormai agli sgoccioli e gli Etruschi stanno scaldando i motori, vogliosi di ripartire subito in quarta in questa annata che prevede molte novità.

Sì perché quest’anno i labronici a stelle e strisce, si sono imposti l’obiettivo di concretizzare il progetto  Youth , vale a dire, la costruzione del settore giovanile, fondamentale per il proseguio dell’avventura livornese nel mondo del football americano italiano.

Il responsabile e il creatore del progetto è il nostro Offensive Coordinator Paolo Campora che, affiancato da alcuni ragazzi della squadra senior, si adopererà per far crescere al meglio i più giovani che sposeranno la causa Etrusca.

Qua sotto, segue proprio il suo comunicato ufficiale che spiegherà perfettamente in cosa consiste il progetto e quali sono i suoi obiettivi.

Il Progetto Youth e la Etruschi American Football Academy, si pongono come obbiettivo quello di diffondere la conoscenza e la pratica del Football Americano nella città di Livorno tra i ragazzi di età compresa fra i 10 e i 15 anni.

Sin dagli anni ’80, seppur con alcuni periodi di stand-by, gli Etruschi hanno portato in giro l’amaranto per tutta l’Italia, partecipando a campionati di prima, seconda e terza divisione, raccogliendo risultati e guadagnandosi il rispetto degli avversari incontrati. Ciò che tuttavia è sempre mancato è stato lo sviluppo di un settore giovanile che garantisse stabilità alla prima squadra e soprattutto che formasse i giocatori sin dalle più tenere età, cosa questa fondamentale per uno sport scarsamente radicato nel DNA di noi italiani.

A partire da quest’anno l’ASD Etruschi Football Americano Livorno ha compiuto uno sforzo in più, dedicando buona parte delle proprie risorse umane e materiali per lo sviluppo delle categorie Under 13 e Under 16, in completa autonomia, e della categoria Under 19 in collaborazione con le altre squadre della Toscana.

Proprio sui più giovani (Under 13 e Under 16) è puntato l’interesse del Progetto Youth, rivolgendosi ad essi con l’intento di divulgare e insegnare uno sport ricco di elementi formativi sia da un punto vista fisico, che umano e caratteriale. Privo degli eccessi tipici del professionismo statunitense, il Football Americano declinato all’italiana, mantiene tutte quelle caratteristiche di spettacolarità, atleticità ed esaltazione delle qualità tecniche, tattiche e mentali, che hanno reso questo sport il più amato oltreoceano. Ciò che tuttavia caratterizza di più questo magnifico sport, sia che lo si pratichi al livello delle strapagate superstar americane, sia che lo si pratichi in forma semi amatoriale su uno sperduto campo di provincia, è lo spirito di squadra e il legame che si instaura tra i compagni di campo e spogliatoio.

L’approccio che verrà seguito nell’insegnamento e nella pratica di questa disciplina, nell’ambito della Etruschi American Football Academy, sarà incentrato inizialmente sull’aspetto ludico dello sport, inserendo gradualmente tutti gli aspetti tecnici e tattici che permetteranno ai ragazzi di scoprire le molte sfaccettature di un gioco che troppo spesso viene dalle nostre parti snobbato, ma che se conosciuto a fondo rivela un fascino irresistibile.

Il contatto fisico verrà introdotto nel rispetto del programma di formazione dei ragazzi solo a partire dal quattordicesimo anno di età. Lo sviluppo parallelo delle due varianti di gioco, ovverosia tackle football (dove è previsto il contatto fisico) e flag football (dove per regolamento non è permesso alcun tipo di contatto e il placcaggio si esegue staccando una bandierina portata alla cintura), darà la possibilità ai più giovani e a chi non si sentisse pronto o interessato alla pratica di una disciplina per sua natura dura, di partecipare nella variante Flag a campionati nazionali e svolgere un’attività che pur in totale sicurezza mantiene molti elementi di tecnica, tattica e spettacolarità tipici della disciplina maggiore.

Il Team di educatori-allenatori è composto da personale che ha maturato numerose esperienze sia come giocatore che come allenatore ed è stato selezionato tenendo ben presente il delicato compito formativo che si prefissa di svolgere nei confronti dei ragazzi che prenderanno parte al progetto.

L’augurio che ci facciamo è che il 2016 sia l’anno zero a partire dal quale fiorirà un florido settore giovanile per gli Etruschi e che, per la città di Livorno, sia l’opportunità per offrire una nuova e accattivante alternativa nella pratica dello sport tra i giovanissimi.

 

Condividi!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on RedditPin on PinterestDigg this

Potrebbero interessarti anche..

 

Tags: , ,