Storia

Etruschi Football | Una storia lunga trent’anni

Dopo oltre un anno di attività non organizzata ufficialmente, il 6 dicembre 1984, sulla scia dell’entusiasmo provocato dall’approdo del Football Americano in Italia, furono registrati a tutti gli effetti gli Etruschi Livorno. Guidati dal fondatore e Presidente Walter Prosetti gli Etruschi iniziano la loro avventura in uno sport, da noi considerato minore, ma tuttavia capace di muovere passioni travolgenti in chi lo segue e soprattutto in chi lo pratica.

2_10_12_2014Gli anni ’80 furono gli anni d’oro per il Football Americano made in Italy, con la creazione di una federazione in grado di organizzare i primi campionati nazionali, numerose città videro nascere le proprie squadre e un numero sempre crescente di atleti si avvicinò a questo sport. Gli Etruschi, grazie all’interesse che si diffondeva attorno alla squadra e grazie al supporto tecnico di alcuni Coaches americani, si consolidarono come una delle realtà più importanti del panorama nazionale, e parteciparono con alterne fortune a diversi campionati di serie A. La scuola livornese ha visto in quegli anni emergere atleti stimati e rispettatati per la loro durezza, il loro coraggio e la loro lealtà, alcuni di essi sarebbero in seguito approdati al traguardo della Nazionale. Alla presidenza della squadra si avvicendò Massimiliano Dinelli che la condusse fino al 1990, anno in cui gli Etruschi interruppero la loro attività sportiva. Gli anni ’90 videro scemare l’interesse per questo meraviglioso sport e a livello nazionale il movimento si ridimensionò notevolmente, tanto che molte squadre furono costrette a chiudere i battenti per mancanza di fondi. Con lo scioglimento degli Etruschi molti atleti furono costretti ad emigrare verso altre squadre della Toscana, mantenendo tuttavia il loro cuore amaranto e la voglia di indossare ancora la maglia degli Etruschi.

Questo fuoco che ancora ardeva sotto le ceneri della vecchia squadra, fece sì che nel settembre del 1994, su impulso di alcuni degli ex-giocatori labronici, rinascessero gli Etruschi e ritornasse il Football Americano a Livorno. Fu organizzata una leva che vide l’adesione di numerosi giovani, la maggior parte dei quali senza alcuna esperienza di Football Americano. In due soli anni, alla guida di Michelangelo Diana, in qualità di Presidente, di Andrea Dinelli, allenatore, giocatore e successivamente anche Presidente e di suo fratello Matteo, allenatore della difesa oltre che giocatore, i nuovi Etruschi riuscirono ad allestire una squadra in grado di partecipare al Campionato di Football a 8, una variante con un minor numero di giocatori in campo, che meglio si adattava alle ristrettezze economiche e di popolarità che pativa il Football Americano nostrale negli anni ‘90.

La nuova generazione di Etruschi, ispirata dagli stessi principi di lealtà, disciplina e correttezza della vecchia guardia vide fiorire atleti di alto spessore, riconosciuti e stimati a livello nazionale e grazie ad un forte e radicato spirito di squadra riuscì nella stagione 1999/2000 ad approdare, dopo due campionati di rodaggio, alla finale nazionale di Football a 8 e dopo un’altra stagione nella categoria minore, nel 2001 riuscì a iscriversi nuovamente al campionato Golden League di football a 11.

Purtroppo, ancora una volta, le difficoltà economiche, la mancanza di strutture adeguate capaci di coinvolgere un costante numero di atleti che assicurassero il ricambio generazionale, hanno fatto sì che gli Etruschi nel 2002 chiudessero di nuovo i battenti e interrompessero la loro attività.

3_10_12_2014La squadra tuttavia rimase viva nel cuore degli atleti della vecchia e della nuova generazione, che continuarono a sentirsi Etruschi, nonostante alcune esperienze agonistiche in altre piazze, continuarono a incontrarsi ogni anno per celebrare il rito del Superbowl, continuarono a sentirsi una famiglia e a pensare al Football e all’idea che prima o poi gli Etruschi sarebbero tornati.

Oggi dopo dieci anni di attesa gli Etruschi sono tornati e sono tornati ripartendo dal loro fondatore, Walter Prosetti, che a quasi trent’anni dal giorno in cui radunò intorno a se un gruppo di ragazzi per spiegare loro come si praticasse quello strano gioco con la palla ovale, ha accettato con rinnovato entusiasmo e con qualche capello bianco in più, la presidenza della Etruschi Football Americano Livorno a.s.d.

4_10_12_2014La nuova entità, con un gruppo di dirigenti derivante dalle precedenti generazioni di giocatori, animata dalla volontà di riportare a nuovi fasti gli Etruschi e il Football Americano a Livorno, si prefigge di creare un movimento sportivo a partire dai giovani, tale da creare una base solida per l’avvenire della squadra. Per la prima volta gli Etruschi avranno un campo sportivo a loro completa disposizione in modo da creare le strutture per svolgere al meglio le sessioni di allenamento e le partite e da fornire agli atleti un punto di ritrovo e di aggregazione. La società con alla Presidenza il già citato Walter Prosetti, schiera un coaching staff forte dell’esperienza maturata negli anni di gioco prima e nell’aver contribuito alla nascita e alla guida della squadra degli Storms CUS Pisa successivamente; vediamo così il settore tecnico degli Etruschi annoverare tra le proprie fila Antonio Mertoli (Head Coach), Marino Gragnani (Preparatore atletico), Paolo Campora e Jacopo Bardini (Offensive Coordinators), Emanule Altobel (Defensive Coordinator), Luca Lenti (Assistant Coach).