Giovanile etrusca: il futuro è adesso

Frangerini

 

Negli scorsi mesi abbiamo già avuto modo di parlarvi del progetto degli Etruschi Livorno inerente la creazione di una giovanile. Adesso, a qualche settimana di distanza dall’ultima comunicazione in merito alla “Quarta Generazione” degli amaranto, è arrivato il momento di fare il punto sulla situazione con un’intervista esaustiva a Paolo Campora, ex Offensive Coordinator della formazione Senior, che da quest’anno si è dedicato anima e corpo a questa iniziativa, andando a ricoprire il ruolo di Responsabile del Settore Giovanile.

youth_1

Quella che andrete a leggere rappresenta una vera e propria “full immersion” sul mondo del settore giovanile degli Etruschi Livorno, composto da un gruppo di giocatori molto eterogeneo che spazia da bambini di 10 anni fino a ragazzi che scalpitano per confrontarsi con altre selezioni U19. Le squadre (i giovani sono divisi in due gruppi di età), oltre ad allenarsi, hanno già messo a segno qualche uscita non ufficiale e proprio nei giorni scorsi si sono confrontati, a ranghi misti, con i giocatori della prima squadra nel classico match di flag football di Pasqua.

Queste le parole rilasciate da Paolo Campora al sito ufficiale degli Etruschi F.A. Livorno:

Parlaci del progetto della giovanile:

“Siamo partiti lo scorso settembre. La nostra società non aveva mai avuto, fino ad ora, la possibilità di avviare un progetto di questo tipo sia per mancanza di tempo che di risorse. Negli scorsi mesi invece abbiamo deciso di creare una nostra scuola football in grado di: avvicinare i giovani a questo sport, farci conoscere ancora di più nel panorama della nostra Livorno e fornire un ricambio di atleti alla squadra senior. Per me è stata una decisione sofferta dato che ho dovuto rinunciare a continuare la mia carriera in prima squadra, ma anche naturale e cercata visto che amo lavorare con i ragazzi. Ho quattro figli e adoro passare il mio tempo con i giovani di qualsiasi età, perché sono interessanti e sono spugne nell’apprendere i concetti. Mi piace poter trasmettere le mie conoscenze ed i valori che ho appreso nel football americano a persone che si stanno formando nel carattere e nel fisico. L’obiettivo di quest’anno era quello di arrivare ad avere un gruppo composto da una ventina di ragazzi e ci siamo riusciti, adesso vogliamo continuare il recruiting per ampliare l’organico e portare sempre più giovani a praticare questo sport. Aggiungo che i nostri piccoli giocatori si stanno appassionando sempre di più al football americano, con il passare del tempo sta crescendo il loro senso di squadra e la loro voglia di partecipazione”.

youth_3

In cosa consiste il tuo ruolo di responsabile del settore giovanile?

“Oltre a fungere da Head Coach per questi ragazzi, mi occupo dell’organizzazione del settore giovanile a 360°, gestisco la parte economica e faccio da tramite con i genitori. Può sembrare un po’ un “one man show” ma sono contento di quello che sto facendo e sono stato io in primis a volere questo sistema, un nuovo progetto così impegnativo aveva bisogno di una figura di riferimento che si sobbarcasse una parte importante degli oneri per evitare perdite di tempo nel processo decisionale. A fine stagione sarà il Consiglio Direttivo a valutare i risultati che avrò ottenuto”.

Sei soddisfatto di come sta lavorando il tuo pool di assistant coaches?

“Sono molto soddisfatto di quello che stanno facendo! Jacopo Tamberi, Paolo Piaggio, Gabriele Lucchesi e Alessandro Campora fanno parte della famiglia degli Etruschi e stanno dimostrando di avere doti eccellenti nel rapportarsi con i bambini”.

youth_2

State provando a mettere in piedi una squadra per i campionati giovanili che inizieranno ad ottobre?

“E’ uno dei nostri obiettivi. L’attività degli Under 19 è indirizzata proprio a questo fine. Già lo scorso anno abbiamo partecipato al progetto del Toscana Team con alcuni elementi, ma in questa stagione vogliamo accrescere il nostro contributo a questa realtà”.

State progettando altre uscite per il settore giovanile?

Abbiamo già fatto un paio di esibizioni con U15 e U19, una delle quali è avvenuta nel contesto delineato dalla partita contro i Sirbons Cagliari. Per i nostri giovani è stato un bel momento, che gli ha dato modo di indossare le divise da gioco per la prima volta. Domenica scorsa abbiamo partecipato ad un open day organizzato dai nostri amici dei Trappers Cecina, è stata la nostra prima trasferta semi-ufficiale ed è stato interessante vedere come il gruppo ha reagito a tutti i riti di un’uscita al di là delle mura amiche. Adesso stiamo già pensando ai prossimi passi, sicuramente faremo un allenamento congiunto con le altre formazioni toscane U19 per saggiare quello che potrebbe essere il prossimo gruppo del Toscana Team. Successivamente sarà la volta della festa di quartiere del 25 aprile, ma ci sono già anche altre possibilità da sviluppare”.

youth_4

 

Matteo Angiolini – Addetto Stampa Etruschi F.A. Livorno

Condividi!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on RedditPin on PinterestDigg this

Potrebbero interessarti anche..

 

Tags: , , ,